UNIONE AGRO AQUILEIESE
UN MOSAICO DA SCOPRIRE SU DUE RUOTE

PROGETTO CICLOTURISMO

24/05/2018 - Il cicloturismo rappresenta uno dei segmenti turistici emergenti e in maggiore crescita a livello europeo, contraddistinto da una modalità di fruizione “lenta” e sostenibile dei territori, con una forte attenzione ai loro valori ambientali e culturali. Sono molteplici le opportunità di crescita che tale forma di turismo presenta per i territori rurali, che possono andare dallo sviluppo delle strutture ricettive diffuse alla valorizzazione delle produzioni tipiche locali.

Il territorio dell’UTI Agro Aquileiese presenta caratteristiche favorevoli allo sviluppo del cicloturismo, tra cui la presenza dei siti Unesco di Aquileia a Palmanova e il posizionamento sui tracciati transnazionali della Ciclovia Alpe Adria e di Eurovelo 8 – Mediterranean Route.

Gli obiettivi

In questo senso, l’UTI ha incluso negli obiettivi strategici del Piano 2018/2020 lo sviluppo del cicloturismo, attraverso la progettazione e la realizzazione di nuovi percorsi, la riqualificazione dei percorsi esistenti e la promozione dell’offerta turistica.

Per supportare la realizzazione di tali obiettivi, è stata affidata ad un team dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, coordinato dalla Prof.ssa Elena Zuffada, la realizzazione di uno studio di fattibilità relativo allo sviluppo di un'offerta turistica territoriale condivisa, volta allo sviluppo del cicloturismo nei comuni dell’UTI.

Sulla base di un’analisi del territorio e della domanda turistica a livello nazionale ed internazionale, lo studio condurrà a definire un piano di azione per la valorizzazione dei percorsi cicloturistici ed un piano di promozione della proposta turistica delineata.

Nella progettazione partecipata, l'Università sarà affiancata da COMPA, l'Associazione dei Comuni, Province, Comunità Montane e Aziende sanitarie del Friuli Venezia Giulia con sede a Udine.

Il percorso

La redazione dello studio di fattibilità sarà accompagnata e supportata da un percorso partecipativo che mira a coinvolgere in vari livelli/forme (dalla semplice compilazione di questionari e sino alla partecipazione a work shop) i principali portatori di interesse, pubblici e privati, del territorio.

Il percorso si è aperto il 7 aprile con la sessione plenaria di introduzione del progetto. In allegato è possibile scaricare le presentazioni degli interventi.

A seguito della sessione, gli amministratori locali si sono riuniti in un gruppo di lavoro dedicato allo sviluppo del cicloturismo che ha dato vita ad un primo momento di confronto sui punti di forza e debolezza del territorio e sulle opportunità e minacce provenienti dal contesto.

Segue una fase di mappatura dei portatori di interesse ed alcune attività di co-progettazione.

Il lavoro sarà poi riportato in sede politica per determinare le priorità di intervento.

Attualità

Immagini

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto