Vai menu di sezione

Ambiente

Uso del suolo

La carta dell’uso del suolo conferma la predominanza delle superfici coltivate, per la maggior parte costituita da seminativi, talvolta dominanti e  presenti in sistemi articolati, comprendenti anche frutteti e vigneti specializzati. Le aree urbanizzate seguono per dimensione territoriale e sono in gran parte costituite dai centri abitati. I boschi interessano poco più di 300 ettari, l’insieme di prati, pascoli e brughiere meno di 330 ettari e le superfici coperte da acque correnti, laghi e lagune circa 565 ettari. Si evidenzia la presenza diffusa di cave nei comuni della parte settentrionale del comprensorio.

Uso del suolo

Aree a tutela ambientale

Il territorio dell’Unione è inserito in un contesto di alto valore ambientale, collocandosi tra il Carso, la Laguna di Marano e Grado e a cavallo dell’area delle risorgive; presenta inoltre aree di valore ambientale tutelate: 500 ettari rientranti nella Rete Natura 2000 (SIC) e 90 ettari riconosciuti a livello regionale.

SIC:

  • Confluenza Fiumi Torre e Natisone;
  • Laguna di Marano e Grado;
  • Foce dell' Isonzo - Isola della Cona (riconosciute anche come riserva naturale regionale).

Biotopi:

  • Torbiera Groi (Aiello);
  • Bosco del Torre.

Si segnala inoltre la presenza di aree di notevole interesse naturalistico, pur non essendo ancora state inserite tra le aree riconosciute ufficialmente, quali:

  • Risorgive, in particolare area dei laghetti di risorgiva di Strassoldo;
  • Bosco planiziale del Pradiziolo;
  • Riserva naturale del Natoc, a Strassoldo;
  • Aree fluviali dei fiumi Ausa, Taglio e Torre;
  • Aree lagunari di Aquileia e Terzo di Aquileia;
  • Borghi rurali;
  • Parco dell'Ersa;
  • Bosco Sarcinelli.

Rete stradale

Il comprensorio è interessato dal passaggio delle autostrade A4 e A23, con la presenza del casello di Palmanova. La rete di strade è molto ricca e ce ne sono di diversa competenza; dominanti, per estensione, sono certamente le strade comunali con i loro 350 km.

Rete stradale

Rifiuti solidi urbani

La produzione annua di rifiuti solidi urbani nei comuni aderenti all’Unione è pari a 23193 tonnellate, oltre a 491 Kg pro-capite. Il dato è in calo rispetto al 2014, dove la produzione di rifiuti toccava le 23300 tonnellate e i 505 Kg pro-capite. Si tratta di un valore, quello del 2015, superiore di circa il 7% rispetto al dato regionale. La raccolta differenziata, invece, è pari a circa il 60%. Complessivamente il trend sul lungo periodo resta comunque positivo.

Raccolta differenziata
Pagina pubblicata Martedì, 07 Novembre 2017 - Ultima modifica: Mercoledì, 17 Gennaio 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto